Tag

, , , , ,

Chi ieri sera non ha guardato un pezzo di partita doveva proprio essere fuori dal mondo, perchè anche a chi non frega nulla di calcio o mondiali non poteva passare inosservato il mirabolante risultato che campeggiava sullo schermo alla fine del primo tempo: 5-0 per i tedeschi. Da amante della Germania questa mattina sono al settimo (!) cielo, (la partita per la cronaca è finita 7-1) ma occorre fare delle precisazioni per farvi capire perchè e percome non ho mai tifato Brasile quest’anno e ho sperato non solo che perdesse il mondiale organizzato in casa (proprio come successo nel 1950 contro l’Uruguay, corsi e ricorsi storici), ma anche perchè ci fosse una finale con almeno una europea (non si sa mai potrebbe essere disfatta totale delle sudamericane).

1) Organizzare il Mondiale in Brasile è una vera e propria sconfitta del sistema calcio: un paese che tutti definiscono del primo mondo, con realtà spaventosamente da quarto mondo, soldi che vengono destinati per costruzioni di stadi che non verranno più utilizzati (alcuni verranno buttati giù, altri trasformati in carceri), gente che muore di fame investita da un flusso potentissimo di turisti che andranno ad arricchire le tasche dei già ricchi. Senza contare la brillante idea di dare anche le Olimpiadi al Brasile nel 2016. Lo sfacelo dello sfacelo.

2) Organizzare i mondiali in zone dimenticate da Dio..vedi la foresta amazzonica, distante 600 km almeno dalla costa, temperature pazzesche, umidità alle stelle, varie ed eventuali.

3) Un Brasile straordinariamente sicuro di se, nonostante non sia il più forte, nonostante si continui a pensare che non si regga su un ragazzino su cui non discuto il talento ma che pensa un po troppo a fare la star (caso strano ieri mancava); amnesie più totali in alcuni fasi del gioco, basti pensare che contro la Colombia quando hanno subito il gol del 2-1 sono andati in panico e hanno fatto sperare a tutti che uscissero dalle scene perchè una squadra così disorganizzata non si sapeva come era finita lì (grazie Julio Cesar per le tue meravigliose parate contro il Cile).

4) Tifosi gasatissimi, che pensavano che la storia che il 1950 non si sarebbe più ripetuto, che Dio è brasiliano, che loro sono i più forti perchè hanno stelle che giocano in Europa; poi appena qualcosa cede nella meravigliosa macchina brasiliana ecco subito le accuse, Thiago Silva che piange non è un vero capitano, ieri disastro ma la colpa è solo di Fred  e cose tipicamente da italiani.

5) Strettamente collegato al punto precedente: possibile che l’Europa deve essere così fessa da continuare ad andare a prendere giocatori in sudamerica che così imparano tutte i segreti del nostro calcio? Notare che i più scarsi tra argentini e brasiliani sono proprio quelli che giocano in patria.

6) Volevo per forza sfatare il mito della sudamericana che vince per forza il mondiale in sudamerica..ok c’è ancora l’Argentina ma vi immaginate che alza la coppa del mondo al Maracanà? Tragedia.

Vi lascio a una serie di divertenti immagini trovate sul web e vi ricordo che nel 2006 oggi eravamo campioni del mondo. Lacrima, commozione, ricordi, basta un mondiale da spettatori!

20140709-130816-47296471.jpg

20140709-130816-47296993.jpg

20140709-130817-47297315.jpg

20140709-130817-47297168.jpg

20140709-130816-47296176.jpg

20140709-130816-47296753.jpg

20140709-130817-47297794.jpg

20140709-130817-47297464.jpg

20140709-130818-47298003.jpg

20140709-130817-47297625.jpg

Annunci